Educazione - Scuola
..

Le scuole consortili

Tel. 091/ 967.22.94

 

La costruzione del centro scolastico consortile di Lamone-Cadempino è stata ultimata nel 1976. La palestra è stata aggiunta nel 1981.

 

Nell’anno scolastico 2005/2006 erano 180 gli allievi che frequentavano l’istituto, ripartiti in dieci classi (due per sezione).

La scuola è gestita da una delegazione consortile, costituita da sei membri, nominati ogni quattro anni dai Consigli comunali dei due comuni (tre rappresentanti per parte). La presidenza avviene a rotazione di due anni tra i Comuni.

 

In precedenza Lamone e Cadempino avevano ognuno la propria scuola. La decisione di creare un consorzio fu la conseguenza dello sviluppo economico degli anni 70 e della relativa esplosione demografica che portò a un aumento della popolazione scolastica. Le scuole di entrambi i comuni erano diventate troppo piccole. Il luogo scelto per la costruzione (al confine tra i due Comuni) permise di superare residui campanilismi.

 

Per la verità già nel 1941 il canonico Giovanni Sarinelli, con una chiaroveggenza eccezionale, aveva indicato come idonea per una costruzione scolastica la zona Sirana.

 

Nel suo libro “Lamone-Cadempino”, a pag. 71 così scrive: “La scolaresca aumenta tutti gli anni e le aule scolastiche sono insufficienti a contenerli (…). Secondo me si dovrebbe costruirla nelle vicinanze della Stazione, verso la località detta Sirana (…) Dovendosi e potendosi fare, bisognerebbe includervi anche la scuola di Cadempino…”. Detto e fatto (trentacinque anni dopo).

 

Le scuole consortili costituiscono oggi un unico istituto scolastico assieme alle sezioni della scuola dell’infanzia (2 in entrambi i comuni). L’istituto è diretto da un direttore a metà tempo. Importante anche il ruolo dell’Associazione dei genitori che propone attività di doposcuola e partecipa a numerose manifestazioni.

..
..

La scuola dell’infanzia

Tel. 091/ 966.88.93

 

L’attuale scuola dell’infanzia è stata costruita nel 1974, negli anni del cosiddetto baby-boom. Si è trattato di un’opera d’emergenza, per la quale il comune adottò una soluzione razionale di rapida realizzazione con costi contenuti (900’000 franchi).

In precedenza, vista l’incapacità dei politici di allora di risolvere il problema, era stata la Parrocchia a dare una risposta all’esigenza. Nel 1921 venne inaugurata una prima Casa dei bambini, fortemente voluta dal giovane parroco di allora don Giovanni Sarinelli.

La struttura, a partire dal primo maggio dello stesso anno, poteva accogliere i primi 30 bambini di Lamone e Cadempino.

Nel 1941 venne inaugurato un nuovo edificio ed entrò in funzione una mensa per tutti i bambini. Arrivarono finalmente i primi sussidi pubblici, sussidi che aumentarono dopo un ulteriore ampliamento negli anni 50/60, resosi necessario a causa del forte aumento demografico.

..
..

Parco giochi, un’ampia zona pubblica

 

Il Comune dispone di un'ampia zona pubblica che comprende la biblioteca, il campo di pallacanestro, il prato adiacente con i tavoli da ping pong, la Chiesa e il cimitero, la scuola dell'infanzia con un vasto giardino, la vecchia casa comunale e il parco.

Quest'ultimo costituisce un importante luogo d'incontro, di svago e di socializzazione per piccoli e grandi.

 

Facilmente accessibile a piedi e con i passeggini, offre giochi adatti a bambini delle diverse fasce d'età (da 0 a 11 anni). Al suo interno c'è anche un ampio spazio libero che i piccoli possono utilizzare per dare sfogo alla loro creatività.

© lamone.ch – credits
Ultimo aggiornamento della pagina: 16.06.2014
Visualizzazione: RegolareStampa

..
Numeri di emergenza
Rubrica indirizzi
Contatti
Ubicazione
Gallerie di immagini
Raccolta link
Mappa del sito
Print view